Il piacere della condivisione

Molti ospiti della Residenza hanno soggiornato presso la struttura per diversi anni, trovando nel personale, negli altri ospiti e nei proprietari una comunità di persone con cui condividere il proprio quotidiano. La quotidianità che un anziano trova all’interno del Residence del Frate è un’opportunità di riorganizzazione della propria vita: inizialmente attraverso la condivisione del proprio tempo con gli altri residenti della struttura e con il personale, trasformando nel più dei casi la situazione di “solitudine casalinga” in vita conviviale nella comunità della Residenza. In fasi successive, le attività proposte dalla residenza e la sicurezza dello staff assistenziale, consentono all’ospite di ritrovare fiducia e coraggio in se stesso, riorganizzando inconsciamente il proprio quotidiano con attività settimanali a obiettivi, laboratori di motricità, servizi di apprendimento e di cura della persona.

Ogni ospite porta all’interno del Residence del Frate la sua identità individuale, con le proprie emozioni, il proprio percorso di vita ed il proprio stato di salute, la flessibilità e la molteplicità dei servizi del Residence del Frate consentono di organizzare un “piano assistenziale individuale” personalizzato per ogni singolo ospite, a prescindere che sia autosufficiente, semi-autosufficiente, non autosufficiente. Importante e’ il supporto offerto anche ai familiari: nei momenti di criticita’ dovuti alla trasformazione delle situazioni, anche nei momenti piu’ difficili, l’atmosfera di serenita’, la flessibilita’ e la disponibilita’ dell’organizzazione garantisce il necessario sostegno.

  • Attività quotidiane di condivisione.
  • Cucina con brigata di cuochi e chef assunti dalla Residenza.
  • Personale infermieristico presente 24/24.
  • Un parco da 30.000 metri quadrati sempre a disposizione degli ospiti.